Evento OSSC 2013

Sesta edizione dell’OSSC - 6 dicembre 2013 presso Fondazione Serbelloni a Milano.

Nel corso dell’evento di presentazione dei risultati della sesta edizione dell’OSSC che si è tenuto il 6 dicembre 2013 presso la Fondazione Serbelloni di Milano, i partecipanti hanno potuto apprendere come sta cambiando in modo anticiclico l'impegno sulla comunicazione della sostenibilità anche nella gestione della Supply Chain. Inoltre, hanno avuto modo di approfondire nuovi aspetti che le imprese più consapevoli del valore strategico della sostenibilità negli approvvigionamenti stanno già attuando, in linea con l'evoluzione del GRI G4, e scoprire che anche aziende non incluse tra le società quotate più importanti (MIB40 / FTSE IT All Share) sono molto attive sul piano del reporting di sostenibilità nella gestione di fornitori, materie prime ed energia.

Secondo Luca Guzzabocca, co-chairman di Acquisti & Sostenibilità, “i risultati dell’OSSC 2013 dimostrano quanto i vantaggi competitivi della comunicazione trasparente, basata sulla condivisione con gli stakeholders dei progressi nella gestione sostenibile della Supply Chain, siano sempre più tangibili e misurabili.”


Inoltre Donato Toppeta, responsabile del centro studi di Acquisti & Sostenibilità, curatore dell’OSSC 2013, sostiene che “con tutta probabilità il reporting della sostenibilità continuerà a crescere, spinto in particolare dalla “disclosure” richiesta dagli analisti SRI, incentivata dalla nuova versione G4 dello standard GRI e dall’esigenza di connettersi con i mercati internazionali, dove la sostenibilità è un requisito sempre più misurato da clienti, investitori e partners.”


Nella tavola rotonda dal titolo “Rendicontazione, Comunicazione e Materialità: la parola alle Imprese”, è stato anche dato spazio agli interventi autorevoli, moderati abilmente da Elio Silva, Capo Redattore e Giornalista de IlSole24Ore, di:

Teresa Fogelberg, Deputy Chief Executive, Global Reporting Initiative

“Circa 3000-4000 aziende nel mondo pubblicano rendiconti CSR, ma le prospettive sono di una crescita esponenziale nei prossimi tre anni, specialmente per via dei nuovi giganti economici come Cina e India, e a fronte di nuove regolamentazioni nazionali.”

“Il non financial reporting obbligatorio per le Imprese (con più di 500 dipendenti) è alla votazione della Commissione Europea a cura del propositore l’Onorevole Baldassarre del Parlamento Europeo, e potrebbe essere approvato prima dell’estate del 2014. Questo sicuramente costituirà un nuovo elemento di comparazione tra le Imprese.”

“Il nuovo G4 aggiunge maggiore e sostanziale enfasi per l’aspetto quantitativo del reporting rispetto a quello qualitativo. La versione G4 è più semplice da applicare per le Imprese, inoltre la supply chain è uno degli aspetti che include le più grandi innovazioni di reporting rispetto alla precedente versione G3, poiché appunto ritenuto un aspetto fondamentale per le Imprese.”

“OSSC 2013 è uno studio ben realizzato e molto interessante nei suoi risultati, che potrebbe essere un ottimo modello da esportare in altre nazioni europee per aiutare il confronto tra le imprese che integrano le buone pratiche lungo la supply chain.”

L'intervista completa è disponibile sul nostro canale YouTube: http://www.youtube.com/watch?v=HEiKHjHm2uU
Glauco degli Abbati, IR&S Sustainability Reporting & Institutions, Telecom

“Abbiamo l’impegno di generare una coscienza sostenibile nei consumatori che però hanno necessità di numeri e fatti concreti, Telecom Italia ad esempio ha creato dei prodotti etichettati “Telecom Italia Green” che consentono un fortissimo abbattimento di energia elettrica.”

L'intervista completa è disponibile sul nostro canale YouTube: http://www.youtube.com/watch?v=zjzf1m0GCNA
Daniela Fumero, Fiat Group Purchasing, Supplier Quality|Business Process, Fiat

“Dal 2009 il gruppo FIAT ha iniziato un approccio alla sostenibilità nella propria catena di fornitura, coinvolgendo i propri fornitori, e nel 2013 è stato introdotto un nuovo award per il miglior fornitore proprio in tema di impegno nella sostenibilità.”

L'intervista completa è disponibile sul nostro canale YouTube: http://www.youtube.com/watch?v=KIqDmUmPZgA
Fulvio Rossi, Responsabile Sviluppo e integrazione progetti-Divisione Public Affairs, Terna

“Il coinvolgimento diretto delle persone in azienda sulla sostenibilità è fondamentale, attraverso un processo non solo di comunicazione ma anche di formazione.”

“Il reporting integrato può essere una buona opportunità per creare una consapevolezza diversa in azienda sul rapporto business-sostenibilità.”

L'intervista completa è disponibile sul nostro canale YouTube: http://www.youtube.com/watch?v=VIHArUN3nCA
Silvio De Girolamo, Chief Audit & Sustainability Executive, Autogrill

“La sostenibilità è sicuramente un tema rilevante per lo scenario competitivo, Autogrill crede che questo possa fare la differenza. E’ un fattore competitivo quando si lega anche al concetto di innovazione.”

L'intervista completa è disponibile sul nostro canale YouTube: http://www.youtube.com/watch?v=0Dnu8IjoZCA


Ricordiamo solo alcune delle evidenze dell’OSSC2013 condivise con i partecipanti nel corso dell’evento:


  • Il 100% delle imprese FTSE IT All Share (e il 96% delle imprese non FTSE IT All Share) applica un codice etico ad acquisti e fornitori.
  • Il 30% delle imprese FTSE IT All Share adotta strumenti specifici per la valutazione di sostenibilità dei fornitori.

  • I settori con il maggior numero di rendiconti CSR, tra le 50 società quotate, sono Utilities ed Energia 24%, Credito 22% e Industria 16%.

  • I punteggi più alti dell’indice di Sostenibilità Supply Chain sono registrati dal settore industriale di produzione di veicoli per Trasporti (+54%) seguito da Utilities ed Energia (+31%) e Assicurazioni (+26%).
  • Le migliori valutazioni tra i rendiconti CSR delle imprese non FTSE IT All Share sono riferite ai settori Alimentare (+75%) e Commercio (+85%).

Se desiderate maggiori informazioni, l’abstract OSSC 2013 è disponibile e scaricabile in lingua italiana ed inglese, mentre lo studio completo è disponibile solo ai Soci di Acquisti & Sostenibilità.


Alcuni momenti dell'evento

Alcuni momenti dell'evento


Partner

Si ringraziano per il supporto: Ringraziamenti per il supporto
   
Media partner: Media partner
   
Con il patrocinio di: Patrocini

IMQ: compensazione emissioni CO2

Le emissioni di CO2 relative alla mobilità di relatori e partecipanti all'evento, e all'uso di circa 28 kg di carta da fonti miste per il materiale cartaceo, sono state pari a 1,32 tonnellate.

IMQ ha provveduto ad annullare 2 crediti VER dal registro Gold Standard, presso il quale IMS acquista alcune quote di un progetto eolico nella città di Edincik, in Turchia. Il progetto ha permesso l'installazione di 5 turbine dalla capacità di 3 MW ciascuna, per una produzione annuale di 52 GWh/anno.


Altre risorse relative all'evento OSSC 2013